informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Film sulla filosofia: ecco i 7 da non perdere assolutamente

Commenti disabilitati su Film sulla filosofia: ecco i 7 da non perdere assolutamente Studiare a Grosseto

Curioso di scoprire quali sono i migliori film sulla filosofia da vedere?

Sei nel posto giusto: in questa guida dell’Università Niccolò Cusano di Grosseto ti racconteremo i film filosofici più belli in assoluto, dai grandi cult che hanno fatto la storia del cinema alle nuove rivelazioni della settima arte.

Il connubio tra cinema e filosofia è spesso ricercato tra i registi e apprezzatissimo dagli studenti: negli anni sono stati prodotti tantissimi film che indagano sul senso della vita, sullo scorrere del tempo, sulla nostra identità.

Vediamo ora quali sono le pellicole più belle che dovresti vedere che affrontano il tema della filosofia.

Ecco i film filosofici più belli da vedere

La filosofia suscita, da sempre, grande attenzione da parte degli studenti: il cinema, attraverso storie e immagini, ha dato una forma alle domande esistenziali che non possiamo fare a meno di porci. Ecco i film profondi che dovresti assolutamente vedere.

LEGGI ANCHE – BFilm sugli anni di piombo: ecco quali vedere assolutamente

Matrix

Apriamo la nostra guida sui film sulla filosofia con un grande classico: Matrix. Scritto e diretto da Lana ed Andy Wachowski nel 1999, Matrix è forse il film filosofico per eccellenza, che ha lasciato una grande eredità nella cultura di massa.

La trama vede come protagonista il programmatore Thomas Anderson, noto come Neo, che viene contattato da un gruppo di apparenti hacker capitanato da un certo Morpheus. Morpheus spiega a Neo che, in realtà, tutto ciò che vede intorno a lui è puro artificio, una “neurosimulazione interattiva” gestita dalle macchine, che la proiettano perennemente nella mente degli ignari esseri umani.

Con l’aiuto della predizione di un misterioso Oracolo, Neo veste il ruolo dell’Eletto, ossia la persona designata a combattere le macchine e a capire il codice che compone la realtà.

Il film ha vinto molti riconoscimenti, tra cui 4 Oscar, ed è stato scelto nel 2012 per la conservazione nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti.

Cartesius

Passiamo ora ad un film per la televisione di Roberto Rossellini: Cartesius. Questa pellicola è un omaggio al matematico, scienziato e scrittore René Descartes, noto come”padre della filosofia moderna” che ha condotto la sua vita alla ricerca del primato della ragione.

Sicuramente un film da vedere per conoscere la storia di una delle personalità più rilevanti del mondo della scienza.

Arancia Meccanica

Quando parliamo di film sulla filosofia, non possiamo non citare un capolavoro di Stanley Kubrick: Arancia Meccanica.

Questa pellicola del 1971 è ispirata all’omonimo romanzo distopico scritto da Anthony Burgess nel 1962, che immagina una scenario dove la società e soprattutto i giovani sono permeati da un’esasperata violenza.

La trama vede come protagonista Alex che, con i suoi scagnozzi (i drughi) è responsabile di una serie di attività violente e criminose per le quali viene arrestato. Una volta in carcere, Alex viene sottoposto al trattamento rieducativo Ludovico, così chiamato perché la musica in sottofondo è la Nona Sinfonia di Ludwig Van Beethoven. Il programma Ludovico porta i soggetti ad associare la violenza con il malessere fisico, attraverso una serie di stimolazioni.  Dopo aver riacquistato la libertà, Alex si trasforma da vittima a carnefice, fino a diventare uno strumento in mano nel potere. Nel capitolo finale (non incluso in tutte le edizioni del romanzo e neanche nel film) Alex abbandona spontaneamente la violenza e sente il desiderio di creare una famiglia.

Al momento della sua uscita nelle sale, il film destò decisamente scalpore per le scene di violenza e la chiave narrativa iperrealistica. Tuttavia, il capolavoro di Kubrick vanta ben quattro candidature agli Oscar del 1972 come miglior film, miglior regia, miglior sceneggiatura non originale e miglior montaggio.

Il Settimo Sigillo

Tra i film che fanno riflettere da aggiungere in questa guida citiamo senza dubbio Il settimo sigillo, scritto e diretto dallo svedese Ingmar Bergman.

La trama ruota attorno all’incontro tra il cavaliere Antonius Block e la Morte, che lo aspetta su una spiaggia della Scandinavia al ritorno dalle crociate.  Il cavaliere sceglie di sfidare la Morte a scacchi, dando vita alla partita più avvincente della storia del cinema. La partita si svolge nel corso di vari incontri tra Block e la Morte. Durante la partita, Antonius e il suo scudiero Jons, attraversando la Danimarca, incontrano molte persone.

Il punto di svolta e la vera filosofia del film è racchiusa nell’incontro del cavaliere con una famiglia di saltimbanchi, che sembra non accorgersi della tragedia che li circonda, uniti solo dall’amore reciproco e da un sincero rispetto. Questo incontro aiuterà Antonius a ritrovare la fede e l’unione con Dio. Il finale non te lo sveliamo: ti lasciamo godere questo capolavoro.

Blade Runner

Passiamo ora ad uno dei film sulla filosofia più belli legati all’universo della fantascienza: Blade Runner. Questa pellicola del 1982, diretta da Ridley Scott, è liberamente ispirata al romanzo del 1968 Il cacciatore di androidi di Philip K. Dick.

Il film è ambientato in una Los Angeles distopica, dove replicanti dalle stesse sembianze dell’uomo vengono abitualmente fabbricati e utilizzati come forza lavoro nelle colonie extra-terrestri. Tutta la trama si basa attorno a un gruppo di androidi recentemente evasi e nascostisi a Los Angeles, e al poliziotto Rick Deckard, ormai fuori servizio ma che accetta un’ultima missione per dare loro la caccia.

Il film viene considerato tra i capolavori del genere fantascienza e ha subito ben sette revisioni prima di giungere alla versione definitiva della pellicola che conosciamo.

Wittgenstein

Giungiamo ora ad uno dei film filosofici che racconta la storia di un grande filosofo: Wittgenstein. Questa pellicola di Derek Jarman assume più la forma di un’opera teatrale filmata in cui gli attori agiscono in una scenografia minimalista.

In realtà il film non vuole essere una ricostruzione della vita del filosofo, ma una messa in scena del suo pensiero, inserito nel contesto della sua vita. Il dialogo con se stesso passa così attraverso l’intermediazione di un interlocutore immaginario che non è altri che un extraterrestre verde, ingenuo, logico e beffardo.

Sicuramente un film da vedere per capire meglio il pensiero di uno dei filosofi più celebri della storia.

2001: Odissea nello Spazio

Chiudiamo questa guida sui film sulla filosofia con un altro kolossal di Stanley Kubrick, una delle pellicole che hanno rivoluzionato il mondo del cinema.

Pur essendo ambientato nel futuro, il film affronta problematiche antichissime legate all’identità della natura umana, al suo destino, al ruolo della conoscenza e della tecnica.

Il film ha collezionato, negli anni, diversi riconoscimenti: nel 1991 la pellicola è stata giudicata di rilevante significato estetico, culturale e storico, e inserita nella lista di film preservati nel National Film Registry della Biblioteca del Congresso degli Stati Uniti. Inoltre, l’American Film Institute l’ha inserito al ventiduesimo posto della classifica dei migliori cento film statunitensi di tutti i tempi.

Sui film filosofici abbiamo detto proprio tutto, per oggi: non ci resta che augurarti buona visione.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali