informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Troppi esami arretrati? Ecco come recuperare

Commenti disabilitati su Troppi esami arretrati? Ecco come recuperare Studiare a Grosseto

La fine dell’anno è alle porte e tu hai troppi esami arretrati? Nonostante sia chiaramente una situazione “scomoda”, non devi temere. Qualsiasi cosa ti abbia portato a questa situazione, non è mai troppo tardi per recuperare.

Se sei al primo anno, è comprensibile. Il primo anno di università porta con sé un periodo di grandi cambiamenti: ambienti nuovi, persone nuove e talvolta tanto diverse, nuove esperienze e consapevolezze. In questo turbinio di novità, perdere la bussola è più facile di quanto credi e ritrovarti a non dare abbastanza esami durante la sessione è una condizione frequente.

Se invece non sei al primo anno, è comprensibile ugualmente. Il periodo di vita che stai vivendo non è semplice. Anche se lo studio è una delle priorità, essendo un’attività che richiede tempo e concentrazione, non sempre si è produttivi come  si vorrebbe.

In ogni caso, c’è sempre una via di ritorno, basta un po’ di buona volontà e seguire i nostri consigli.

Come recuperare gli esami arretrati: i nostri consigli per rimettersi in pari

Come rimettersi in pari quando si hanno troppi esami arretrati? Noi abbiamo alcuni consigli che ti potranno aiutare a rimetterti in carreggiata al più presto.

A volte un semplice cambio delle abitudini, della routine e della gestione del tempo può davvero fare miracoli. Ma vediamo nel dettaglio.

Cambia metodo di studio se quello che usi non è efficiente

Il metodo di studio è tutto quando si parla di recuperare esami, o affrontare esami in generale. Se non riesci a studiare al meglio, a capire o memorizzare i concetti, spesso è proprio perché il metodo di studio non è adeguato.

Se stai utilizzando lo stesso delle scuole superiori che per te funzionava, magari è ora di cambiare aria e tentare un nuovo approccio. Per quanto possa sembrare assurdo, cambiare la modalità di studio può davvero semplificare la tua vita di studente universitario.

Non esiste un solo modo di approcciare allo studio: la scelta più saggia è quella di testare e capire cosa funziona meglio per te. Ad esempio, per alcuni studenti funziona molto bene la strategia di lettura e ripetizione dei concetti ad alta voce; per altri, invece, funziona meglio fare dei riassunti e studiare su mappe concettuali. Sperimenta il metodo più vicino al tuo stile di apprendimento. Se vedi che il nuovo metodo dà risultati, bene; se qualcosa deve essere cambiato, aggiusta il tiro di volta in volta.

Non trascurare le nuove lezioni per recuperare

Qual è l’errore madornale che ti può portare ad avere ancora più esami arretrati? Recuperare gli esami vecchi, studiando solo per quelli, per poi trascurare lezioni e corsi nel nuovo semestre.

Facendo ciò otterrai un “effetto a catena” difficile da spezzare, per cui ti ritroverai sempre a recuperare esami. Anche in questo caso, la scelta migliore è trovare il giusto equilibrio. Recuperare gli esami arretrati sessione per sessione, ma senza trascurare la preparazione dei nuovi.

Stila un piano di studi realistico con obiettivi precisi

Se vuoi riuscire a recuperare troppi esami arretrati, stilare un piano di studi con obiettivi precisi e realistici è fondamentale.

Gli obiettivi possono essere giornalieri, settimanali e mensili. Un esempio potrebbe essere “studiare tot pagine il giorno x”.

L’importante è che appunto sia preciso, e soprattutto realistico.

Se in media studi 50 pagine in un’ora, e studierai 4 ore, potrai puntare a finire 200 pagine. Perciò non prefiggerti obiettivi troppo alti, che potrebbero demoralizzarti.

Ponili in base alle tue capacità e possibilità.

Dai esami a piccole dosi anziché prepararne troppi e male

Porsi l’obiettivo di dare 8 esami per sessione, preparando troppe materie senza criterio e cercando di incastrare anche altri impegni, è il primo passo per rischiare di sprecare il tuo tempo.

Perciò preferisci preparare pochi esami, ma fatti davvero bene. In questo modo eviterai di perdere tempo prezioso.

Ottimizza il tempo che dedichi allo studio

Molte volte, se non riusciamo a studiare, è perché non utilizziamo al massimo il tempo a disposizione. Se ti poni l’obiettivo di studiare 4 ore al pomeriggio, fai in modo che siano veramente 4, e non 2 effettive. Come?

Ponendo dei confini con te stesso e gli altri in modo tale da essere il più produttivo possibile. Ecco perché dovresti eliminare ogni fonte di distrazione.

Non usare il cellulare e non perderti a fare altro. Se vieni distratto spesso, stabilisci delle regole insieme a chi vive con te. Solo in questo modo riuscirai a dare il massimo.

***

Credits Immagine: DepositPhotos / VitalikRadko

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali