informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

L’importanza di comunicare l’arte e come farlo: gli studi, gli strumenti e gli obiettivi dell’Arts Communication.

Commenti disabilitati su L’importanza di comunicare l’arte e come farlo: gli studi, gli strumenti e gli obiettivi dell’Arts Communication. Studiare a Grosseto

Perché comunicare l’arte è importante e quali sono i migliori strumenti per farlo?

Si dice che l’arte sia un linguaggio universale. In qualità di forma d’espressione della creatività e della fantasia umana, non si tratta di una definizione errata, anzi. Al contempo, data la sua non-verbalità, può incorrere in interpretazioni erronee, o difficili da conferire, specialmente nel caso di messaggi criptici o ermetici.

Anche questo è vero solo in parte. Con il passare del tempo, la crescita delle tecnologie e l’affacciarsi dell’arte su nuovi campi finora inesplorati, come internet e le telecomunicazioni, non si tratta più di una realtà solo visiva: parole, suoni, odori, sapori, esperienze sensoriali aumentate e interattività possono aumentare il potenziale comunicativo dell’arte, che quindi deve essere veicolato e ben gestito, onde evitare di perdere il proprio fine più ultimo: quello di esprimere la sensibilità umana nelle sue forme più intime e introspettive.

L’importanza di comunicare l’arte è quindi sempre più innegabile, come anche diventa importante individuare i giusti modi e i giusti strumenti per farlo.

L’importanza di comunicare l’arte.

Ma se l’arte già di per sé è un linguaggio, perché bisogna comunicarlo ulteriormente, quindi filtrarlo e interpretarlo, attraverso un altro linguaggio ancora? L’utilità dell’arte giace nella storia dell’uomo. Sin dall’età della pietra l’essere umano sperimenta infatti l’urgenza di rappresentare il suo vissuto, comunicandolo attraverso forme visive che restino impresse nel tempo e che possano perdurare nelle generazioni.

Si tratta di un’impronta della sensibilità e della pulsione umana e di come esse siano cambiate nel tempo. Questa necessità nasce probabilmente dalla capacità dell’arte di far avvenire una catarsi nell’individuo che la compie. Attraverso la rappresentazione della propria realtà interiore, si accede alla possibilità di metabolizzare dolori, eventi spiacevoli o momenti di grande positività, rendendoli attimi di accrescimento personale.

Attraverso l’arte si può infatti immobilizzare la vita e osservarla, in tutte le sue epoche, culture e mutazioni. L’importanza di comunicare l’arte può quindi tradursi nell’importanza di comunicare la vita, così da poterla comprendere più profondamente. Si tratta infatti di un potentissimo strumento di riflessione, consapevolezza e sensibilizzazione, al punto da poter presentare capacità terapeutiche e di guarigione.

L’importanza di comunicare l’arte rimanda all’importanza di questo stadio di introspezione e presa di coscienza. Come avviene nell’analisi del testo, la comunicazione di un’opera d’arte visiva non è altro che l’accertarsi che un messaggio raggiunga il destinatario, anche colui che meno riesce ad accedere a tale linguaggio, per mancanza di strumenti, di formazione o di informazione.

Si tratta quindi di un’opera molto importante nell’ambito della cultura e dell’educazione dell’individuo, sia come persona che come parte di una comunità.

Come comunicare l’arte.

“L’arte di comunicare l’arte” è una disciplina sempre più diffusa nelle università di tutto il mondo e tra le skill richieste a chi vuole lavorare in questo settore. Parliamo di Arts Communication, forse il più grande strumento per imparare a comunicare l’arte. Si tratta, in altre parole, di un master in comunicazione dell’arte, un corso di studi che fornisce i giusti strumenti per esplorare, analizzare e trasmettere l’arte, intesa come artista, opera, struttura, esposizione o esperienza.

Il fenomeno arte si è infatti declinato in molti modi diversi e lo stesso vale per il mondo della comunicazione, con l’avvento di internet, dei dispositivi mobili, dei social media e delle app. Apprendere come questi due mondi s’intrecciano e quale sia il modo migliore, più efficace e più utile di comunicare l’arte è quindi fondamentale.

Gli sbocchi professionali di un master in Arts Communication spaziano dal Comunicatore d’Arte, all’Esperto del Linguaggio dell’Arte, passando per il Giornalista d’Arte, oltre che per il ruolo di Curatore d’Arte.

Si tratta di ruoli professionali che accolgono, esplorano e rilanciano la sfida di come comunicare l’arte, specialmente all’epoca dei social media, che si rivelano al contempo il grande scoglio e la grande opportunità dell’Arts Communication, che se da una parte deve fare i conti con l’informazione veloce e il continuo fagocitare di dati usa-e-getta, dall’altro ha accesso all’opportunità di un bacino d’utenza estremamente più vasto e attivo, che si basa sul passaparola, sullo sharing e sulla pubblicità passiva.

La comunicazione per capire il linguaggio.

Una corretta comunicazione svolge quindi un ruolo fondamentale nello sviluppo, nell’apprendimento e nell’elaborazione di un linguaggio specifico, come avviene dopotutto nello studio di qualsiasi tipo di idioma, che si tratti di una lingua parlata, del linguaggio informatico o di qualsiasi altro codice d’espressione.

Questo processo rappresenta un ruolo fondamentale in una maggiore e ulteriore apertura della mente e della comprensione di cui l’essere umano è capace, rendendo l’arte una realtà più accessibile e fruibile a tutti, oltre che condivisibile e motivo di scambio e unione tra individui e comunità.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali