informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Elementi costitutivi dello Stato: ecco quali sono e quello che devi sapere

Commenti disabilitati su Elementi costitutivi dello Stato: ecco quali sono e quello che devi sapere Studiare a Grosseto

Se sei uno studente della facoltà di giurisprudenza o vorresti diventarlo, ti sarai sicuramente chiesto quali sono gli elementi costitutivi dello Stato e quali sono le cose che devi sapere su questo tema.

Sei nel posto giusto: in questa guida ti spiegheremo che cos’è lo Stato, da quali elementi si compone e quali sono gli aspetti che lo differenziano dal concetto di Nazione.

Per Stato intendiamo un’entità politica sovrana, costituita da un territorio e da una popolazione che lo occupa, da un ordinamento giuridico formato da istituzioni e leggi.

Gli elementi dello Stato sono tre: popolo, territorio e governo. Ma vediamo ora che cosa intendiamo nello specifico con questi tre concetti.

Che cos’è lo Stato e da cosa è composto

Iniziamo ora il nostro viaggio alla scoperta degli elementi che compongono lo Stato e delle varie connotazioni che questo concetto ha avuto nel corso della storia.

LEGGI ANCHE – Libri sul ’68: ecco i 10 da leggere assolutamente

Definizione di Stato

Come abbiamo accennato, lo Stato rappresenta un’entità politica sovrana, costituita da un territorio e da una popolazione che lo occupa, da un ordinamento giuridico formato da istituzioni e leggi.

Questo è composto da:

  • Il territorio, cioè un’area geografica ben definita, su cui si diffonde la sovranità;
  • I cittadini, su cui si esercita la sovranità;
  • Un ordinamento politico e un ordinamento giuridico, che sono l’insieme delle norme giuridiche che regolano la vita dei cittadini all’interno del territorio.

Territorio

Per territorio si intende quello spazio in cui lo Stato esercita la sua sovranità. All’interno del territorio sono inclusi:

  • Terraferma: gran parte del territorio è costituito dalla terra emersa, delimitata da confini naturali o geografici;
  • Mare territoriale: si tratta della porzione di mare adiacente alla costa. Ciascuno Stato delimita in modo arbitrario l’ampiezza del proprio mare territoriale. Nel caso dell’Italia, il valore di riferimento è 12 miglia dalla linea della costa;
  • Spazio aereo;
  • Sottosuolo;
  • Territorio mobile: costituito da navi da guerra e aerei militari, ovunque si trovino.

Popolo

Il popolo è costituito da tutti coloro che hanno la cittadinanza dello Stato (italiana, in questo caso). La differenza tra popolo e popolazione è molto semplice: il primo include solo coloro che hanno la cittadinanza, mentre il secondo include tutti coloro che si trovano sul territorio statale in un determinato momento.

Le persone con una cittadinanza diversa da quella dello Stato sono dette straniere, mentre le persone senza cittadinanza sono definite apolidi.

L’acquisizione della cittadinanza italiana comporta una serie di diritti e di doveri nei confronti dello Stato; questi sono, ad esempio:

  • II godimento dei diritti civili e politici;
  • La protezione diplomatica del proprio paese
  • Non può essere espulso dal proprio stato;
  • Non è ammessa l’estradizione del cittadino

La cittadinanza comporta anche dei doveri che sono fondamentalmente quelli della fedeltà e obbedienza. Nella fattispecie, la cittadinanza è disciplinata dalla legge 5 febbraio 1992, n. 91 – Nuove norme sulla cittadinanza, che dispone che si possa diventare cittadini italiani:

  • Per nascita, in quanto la cittadinanza italiana del padre o della madre determina la cittadinanza italiana del figlio per diritto di nascita. Diventa cittadino italiano per “diritto di luogo” solamente chi nasce da genitori ignoti o apolidi;
  • Per adozione: diventa cittadino italiano lo straniero adottato da un cittadino italiano;
  • Per matrimonio: lo straniero o apolide che sposa un italiano acquista la cittadinanza dopo 6 mesi di residenza sul territorio nazionale o dopo 3 anni di matrimonio;
  • Per naturalizzazione: possono essere naturalizzati stranieri o apolidi che risiedono in Italia da almeno 10 anni o che hanno “reso eminenti servizi all’Italia”.

Sovranità

Per sovranità si intende il potere che ha lo Stato di darsi un’organizzazione politica autonoma. La sovranità si esercita manifestando i tre poteri statali:

  • Potere legislativo, ossia il potere di fare le leggi, in capo al Parlamento;
  • Potere esecutivo, cioè il potere di applicare le leggi, affidate al Governo;
  • Potere giudiziario, ossia il potere di punire chi non rispetta le leggi, affidato alla Magistratura.

Differenza tra Stato e Nazione

Ora che abbiamo visto quali sono gli elementi costitutivi dello Stato, parliamo di un’altra importante distinzione, quella tra il concetto di Stato e quello di Nazione.

Come abbiamo detto, lo Stato consta di un popolo che vive stabilmente su un territorio delimitato da confini ed è governato da un proprio apparato sovrano.

il concetto di Nazione fa riferimento indica un popolo che, superando le antiche divisioni etniche, ha saputo trovare una propria unità sviluppando, nel tempo un patrimonio culturale comune.

In un certo senso, possiamo dire che il concetto di nazione coincide con quello di popolo, che include l’insieme dei soggetti che hanno la stessa cittadinanza ossia che vive entro gli stessi confini territoriali. La Nazione, dunque, è un’entità etnico-culturale.

Origini

Dal punto di vista storico, il concetto di Stato ha iniziato a prendere piede nel Vecchio Continente tra il XIII ed il XIV secolo, soprattutto grazie ad alcuni accadimenti come la guerra dei cent’anni, anche se un primo esempio già possiamo trovarlo in Asia con la nascita dei primi imperi cinesi.

Nello specifico, lo Stato moderno si afferma in Europa tra il XV e il XIX secolo. La sua formazione avviene per via di un progressivo accentramento del potere e della territorialità dell’obbligazione politica. Proprio in quei tempi scompaiono le frammentazioni del sistema feudale in favore di un potere centrale o omogeneo in un determinato territorio, e anche la Chiesa si subordina allo Stato.

Dal punto di vista concettuale, esistono diverse visioni dello Stato:

  1. Stato-comunità, costituito dal popolo, stanziato su un territorio definito, che è organizzato attorno a un potere centrale (comunemente chiamato “Stato-nazione”);
  2. Stato-apparato (o Stato-organizzazione), ossiaquel potere centrale sovrano, stabile nel tempo e impersonale (poiché esiste indipendentemente dalle singole persone che lo fanno funzionare), organizzato in possibili differenti modi, che detiene il monopolio della forza e impone il rispetto di determinate norme nell’ambito di un territorio ben definito;
  3. Stato sovrano, dove lo Stato è superiore a ogni altro soggetto entro i suoi confini. Per essere tale, la sovranità deve manifestarsi come “indipendenza” nei rapporti reciproci; per tale ragione, allora, lo Stato è indipendente e sovrano; sovrano al suo interno, indipendente nei confronti degli altri stati.

Studiare diritto: corso di laurea in giurisprudenza

Studiare diritto è la tua passione più grande? Il corso di laurea magistrale in Giurisprudenza è la soluzione ideale per te. Grazie al nostro Corso di laurea:

  • Acquisirai una padronanza degli elementi della cultura giuridica di base, nazionale ed europea, anche con tecniche e metodologie casistiche, in rapporto a tematiche utili alla comprensione ed alla valutazione di principi ed istituti di diritto positivo moderno e contemporaneo;
  • Approfondirai le conoscenze storiche utili per valutare gli istituti del diritto positivo moderno anche nella prospettiva dell’evoluzione storica degli stessi; di acquisire capacità di progettazione e stesura di testi giuridici (normativi, negoziali e processuali) adeguatamente argomentati, prodotti anche con l’uso di strumenti informatici;
  • Acquisirai capacità interpretative, di analisi casistica, di qualificazione giuridica, di comprensione, di rappresentazione, di valutazione e di consapevolezza per affrontare problemi interpretativi ed applicativi del diritto positivo.

Il nostro Corso è erogato online, grazie ad una piattaforma di e-learning attiva 24 ore su 24.

Per iscriverti, compila il nostro form o chiama il numero verde 800.98.73.73

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali