informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come lavorare senza esperienza: ecco come valorizzare il tuo CV

Commenti disabilitati su Come lavorare senza esperienza: ecco come valorizzare il tuo CV Studiare a Grosseto

Come lavorare senza esperienza? Come posso trovare un lavoro quando ormai si richiede sempre almeno un minimo di pregressa esperienza?

Queste domande sono davvero molto frequenti in qualche giovane neolaureato che si approccia per la prima volta al mondo del lavoro. A volte può sembrare davvero difficile risultare interessanti all’ipotetico datore di lavoro, quando non si hanno grandi esperienze professionali dalla propria parte.

C’è però un aspetto fondamentale, che spesso di tende a tralasciare: il curriculum non è fatto solo per ospitare esperienze lavorative, ma anche per presentarsi, raccontare la propria persona, l’educazione ricevuta, le competenze.

Ecco che dovrai sapere come “venderti”, in un certo senso. Dovrai cercare di apparire al datore di lavoro come un buon investimento. Non pensare che l’inesperienza pregiudicherà tutta la tua vita lavorativa: ovunque, ogni persona ha iniziato senza lavoro.

In questa guida vogliamo darti qualche consiglio per mettere in risalto le tue capacità e a sembrare la persona che ogni azienda cerca, anche se non hai esperienze specifiche. Valorizzando alcuni aspetti del tuo CV e allegando una buona lettera motivazionale, potrai comunque fare la differenza e risultare subito più interessante.

Cominciamo!

Come lavorare se sei senza esperienza: consigli utili per mettere il risalto il tuo profilo

Vuoi iniziare a lavorare e stai cercando un modo per sembrare interessante tramite il tuo curriculum vitae?

Ti stai chiedendo come iniziare a lavorare, anche se non hai esperienze nel tuo background? In questa guida ti illustreremo come metterti in risalto con alcune piccole accortezze. Ecco quali sono.

LEGGI ANCHE >> Creare un curriculum online: come fare passo passo

Concentrati sulle tue skills

Se non hai esperienze lavorative, la cosa migliore da fare è concentrarti sulle skills che padroneggi. Mettere in risalto le tue conoscenze è una carta da giocare, poiché sarà il tuo lasciapassare per un colloquio.

Prova a fare un giro tra gli annunci di lavoro: noterai che tra i requisiti richiesti, oltre alle competenze tecniche (ovvero quelle proprie richieste per svolgere la mansione) ci sono anche delle soft skills.

Facciamo qualche esempio:

  • buoni dote comunicative
  • capacità di lavorare in team
  • capacità di leadership
  • proattività
  • capacità di organizzazione del tempo
  • saper lavorare per obiettivi
  • saper lavorare sotto stress
  • autonomia, flessibilità

Queste sono solo alcune delle soft skills normalmente richieste.

Nel tuo CV dovrai menzionare quelle che senti che ti appartengono di più, basandoti anche sulle tue esperienze di vita quotidiana. Le soft skills infatti non riguardano propriamente ad una professione in particolare, ma possono riguardare tanti ambiti.

Piccolo consiglio: non elencare tutte le soft skills, ma argomentale. Un elenco puntato è noioso da vedere e chissà quanti ne avranno già visti. Piuttosto spiega come hai appreso e maturato quelle skills. Ad esempio, se hai imparato a gestire efficacemente un gruppo perché hai avuto esperienze di volontariato e di coordinamento delle risorse, menzionalo nel curriculum.

Personalizza il CV a seconda del posto di lavoro per cui ti stai candidando

Come ti abbiamo detto prima, devi fare attenzione agli annunci di lavoro e all’azienda dalla quale provengono. Questo perché inviare massivamente un CV “standard” non mostrerà all’azienda quello che tu puoi fare nello specifico per dare un valore aggiunto.

Se fai una ricerca preliminare sull’azienda e raccogli informazioni sulla cultura aziendale, sarà più facile per te inserire le skills che vengono richieste e tenere un atteggiamento quanto più in linea con le loro aspettative (ovviamente non barare, non servirebbe e ti metterebbe nella posizione di maggior ansia successivamente!)

Non esagerare con la lunghezza: conta la sostanza

Scrivere un curriculum troppo lungo solo per compensare il fatto che non hai esperienza, non funziona. Il datore di lavoro non si concentra sulla lunghezza, ma sulla sostanza.

Il tuo obiettivo è metterti in luce, mostrare cosa sai fare. Non servono troppe parole per fare questo.

Esponi tutte le informazioni necessarie in modo chiaro, semplice e sintetico. In questo modo non annoierai il recruiter ed eviterai palesemente un allungamento forzato. Molti esperti sostengono che il curriculum vitae ideale debba essere lungo una sola pagina.

Inoltre, cerca di tenerlo ordinato:

  • dati personali in alto
  • le competenze
  • l’educazione
  • qualsiasi esperienza non lavorativa che può essere rilevante
  • premi, riconoscimenti, borse di studio in basso

Per esperienze non lavorative si intendono stage, tirocini, laboratori, corsi con attestati, esperienze di volontariato, alternanze scuola-lavoro.

Tutte queste esperienze infatti ti avranno permesso di entrare a contatto con realtà del mondo del lavoro o comunque sono state un’opportunità per maturare le tue conoscenze e competenze.

Se conosci lingue straniere, enfatizzale nel CV, poiché sono molto ricercate nel mondo del lavoro.

Menziona eventuali corsi, certificazioni e attestati ottenuti per dare ancora più rilevanza.

Ecco tutti gli accorgimenti da seguire per valorizzare il tuo CV: non ci resta che augurarti buona fortuna per il tuo prossimo lavoro.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali