informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Come diventare consigliere comunale: studi e competenze richieste

Commenti disabilitati su Come diventare consigliere comunale: studi e competenze richieste Studiare a Grosseto

Sei alla ricerca di informazioni su come diventare consigliere comunale?

In questa guida ti spiegheremo come entrare in politica e intraprendere la carriera di consigliere comunale, dagli studi utili alle competenze necessarie.

Se sogni di lanciarti in un percorso politico, sappi che non sarà un’impresa semplice: quello del politico, più che un lavoro vero e proprio, può essere definito una vocazione.

Tenacia, determinazione e conoscenza della società e della legge sono requisiti fondamentali per candidarsi consigliere comunale e magari, in un secondo momento, candidarsi sindaco.

Per capire meglio come diventare consigliere comunale, continua a leggere il nostro approfondimento: ti spiegheremo, passo dopo passo, cosa fa un consigliere comunale e come fare per intraprendere la professione.

Tutto quello che devi sapere sul consigliere comunale

Dalle mansioni ai requisiti utili per la professione, ecco una serie di informazioni utili per diventare consigliere comunale.

Chi è e cosa fa il consigliere comunale?

Prima di entrare nel dettaglio della nostra guida per diventare consigliere comunale, vediamo in primo luogo chi è e quali sono le principali mansioni che svolge questa figura.

Il consigliere comunale, in Italia, è un cittadino che viene eletto per rappresentare la comunità locale nel consiglio comunale, organo del Comune.

Il ruolo del Consigliere comunale è un ruolo primario all’interno della gestione dell’ente, che si occupa di tantissimi settori. Ad esempio, tra le attività di competenza del Comune:

  • Approvazione del bilancio annuale e previsionale e rendiconto di gestione del comune;
  • Attività sul piano urbanistico (piano regolatore, piani attuativi di regolamenti edilizi, concessioni edilizie) e manutenzione di strade, piazze e giardini;
  • Smaltimento dei rifiuti e controllo livello d’inquinamento;
  • Garantire attività di smaltimento del traffico;
  • Attività di sviluppo e monitoraggio delle attività economiche;
  • Servizi alla comunità, come quelli sociali e assistenziali.

Come vedi, un consigliere comunale può doversi misurare con tantissime tematiche: per questo è necessaria un’ampia conoscenza della società, dell’economia e della legge vigente.

Come entrare in politica

La prima cosa che ti sarai chiesto quando hai pensato di diventare consigliere comunale è: come si entra in politica?

Il percorso può sembrare in salita, ma in realtà se sei davvero determinato riuscirai ad intraprendere una carriera politica e a ritagliarti il tuo spazio. Come fare? Vediamo quali sono gli step più importanti da seguire.

  1. Inizia come volontario: la prima cosa da fare se vuoi approcciarti al mondo politico è di iniziare come volontario in un partito o in un gruppo giovanile. In questo modo inizierai a capire quali sono le dinamiche che girano intorno a questo settore e a dare il tuo contributo alla causa;
  2. Studia e arricchisci il tuo CV: per fare politica, come abbiamo detto, occorre studiare molto. Iscriviti al Corso di Laurea in Scienze politiche dell’Università Niccolò Cusano e inizia a lavorare per arricchire il tuo CV. L’esperienza lavorativa ti aiuterà a rafforzare le tue competenze e la tua autorevolezza. Anche l’attività pro bono per associazioni no profit può aiutarti ad accorciare le distanze con il mondo politico;
  3. Diventa responsabile di zona: se ti stai chiedendo come diventare consigliere di zona, dopo un periodo di volontariato e attivismo il percorso si evolverà in modo naturale. Impegnandoti e facendo vedere quanto vali, i primi ruoli di responsabilità arriveranno;
  4. Gestisci e supporta una campagna elettorale: la parte più interessante della politica riguarda proprio le elezioni. Se ti stai chiedendo come fare per candidarsi alle elezioni comunali o i requisiti consigliere comunale residenza, seguendo un politico e supportando la sua candidatura troverai tutte le risposte e farai esperienza diretta sul campo;
  5. Cura la tua immagine e crea relazioni: se vuoi diventare consigliere comunale, creare relazioni è importante. Le reti di conoscenze possono costituire un megafono potente per diffondere le tue idee e raccogliere la fiducia degli elettori.

Gli studi: corso di laurea Unicusano

Ora che abbiamo visto come diventare consigliere comunale e entrare in politica, vediamo quali sono gli studi e le competenze necessarie per lavorare in questo campo.

Se diventare consigliere comunale è il tuo sogno, il Corso di Laurea in Scienze politiche e delle relazioni internazionali Unicusano è la scelta giusta per te.

Il nostro Corso è strutturato in modo da formare laureati in possesso di conoscenze metodologiche, culturali e professionali, basate su una formazione interdisciplinare nei campi giuridici, economici, politologici, sociali e storici, che consentano loro di porsi appropriatamente di fronte a problemi ed a processi tipici della nostra società contemporanea, società che devono essere in grado di comprendere, valutare e gestire.

Grazie al Corso di Laurea sarai in grado di sviluppare una coscienza critica e avere competenze fortemente variegate, preziosissime per la tua carriera di consigliere comunale. Una volta conseguito il titolo di studio triennale, il Corso di Laurea magistrale in Relazioni internazionali ti aiuterà a rafforzare le tue conoscenze e ad aprirti le porte verso altre professioni della politica, come la carriera diplomatica.

Hai le idee più chiare su come diventare consigliere comunale?

Per iscriverti ai nostri Corsi di laurea fruibili 100% online, contattaci o chiama il numero verde 800.98.73.73

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali