informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

10 classici da leggere assolutamente

Commenti disabilitati su 10 classici da leggere assolutamente Studiare a Grosseto

Sei curioso di scoprire quali sono i classici da leggere assolutamente?

In questa guida raccoglieremo i 10 grandi classici della letteratura che dovresti assolutamente conoscere da portare con te sotto l’ombrellone o da leggere in un momento di pausa dallo studio.

Leggere è un’attività piacevole e rilassante. I benefici della lettura sono tantissimi, dall’acquisizione di un vocabolario più ampio all’arricchimento culturale. Inoltre, grazie alla lettura, si possono allenare le proprie capacità di scrittura e lavorare sullo sviluppo di fantasia e immaginazione.

Ma non indugiamo oltre: ecco la nostra top ten di classici da leggere assolutamente nella vita.

La nostra raccolta di classici della letteratura da non perdere assolutamente

Da Kafka a Calvino, ecco 10 libri bellissimi da leggere durante il tuo tempo libero. A fine articolo, ti aspetta anche una piccola sorpresa.

 libri bellissimi da leggere

Il processo – Franz Kafka

Questo romanzo, pubblicato per la prima volta nel 1925, rappresenta una delle migliori opere di Kafka, seppur incompiuto.

Il protagonista del romanzo è Josef K, procuratore in un istituto bancario, che verrà arrestato per motivi misteriosi. Il romanzo vuole evidenziare la passiva accettazione, da parte degli altri personaggi, di una giustizia che fa ineluttabilmente il suo corso, che non può essere combattuta con nessun tipo di strumento logico.

Il finale non te lo sveliamo, ma è uno dei grandi classici da leggere assolutamente che ti farà riflettere.

Il barone rampante – Italo Calvino

Il barone rampante, pubblicato nel 1957, fa parte della trilogia araldica I nostri antenati, insieme a Il visconte dimezzato e Il cavaliere inesistente.

Il protagonista è un giovane barone che, a seguito di un litigio con il padre, si ripromette di trascorrere tutta la vita sugli alberi e di non mettere più piede sulla terra.

Molte le avventure vissute dal protagonista nel corso del romanzo, dall’amore per Viola alle giornate trascorse tra caccia e lettura di romanzi.

Alla ricerca del tempo perduto – Marcel Proust

Alla ricerca del tempo perduto di Proust rientra a pieno titolo tra i classici da leggere assolutamente. L’opera, scritta tra il 1909 e 1922, è stata pubblicata in sette volumi dal 1913 al 1927.

Si tratta di un vero e proprio capolavoro della letteratura mondiale, in cui è racchiusa l’ambizione dello scrittore: capire di cosa è composto il tempo, al fine di sfuggire al suo corso.

I promessi sposi – Alessandro Manzoni

Primo esempio di romanzo storico scritto in Italia, i Promessi Sposi è considerato uno dei classici da leggere assolutamente nella vita.

Ambientato nel Seicento, il romanzo racconta la storia d’amore tra Renzo e Lucia, a cui si intrecciano le vite di moltissimi personaggi, frutto di un’attenta ricerca storica dell’autore.

Un romanzo da leggere per capire e apprezzare le radici della letteratura italiana e della nostra cultura.

Il Gattopardo – Giuseppe Tomasi di Lampedusa

Il libro, pubblicato un anno dopo la morte dell’autore, è ispirato alle vicende storiche che hanno caratterizzato la vita della famiglia Tomasi di Lampedusa, in particolare del bisnonno Giulio Fabrizio Tomasi.

L’autore vuole evidenziare, nel romanzo, l’orgoglio e la tenacia dei siciliani, che si trovano a fronteggiare diverse minacce da parte degli “invasori”.

Un classico da leggere per riflettere su grandi temi come la sterilità dell’agire umano e il fluire del tempo.

Grandi speranze – Charles Dickens

Considerato uno dei più grandi classici della letteratura vittoriana, Grandi Speranze è il tredicesimo romanzo di Charles Dickens, pubblicato a puntate tra il 1860 e il 1861 nella rivista All The Year Round.

Il romanzo si configura nel genere “Bildungsroman” (romanzo di formazione), perché racconta l’evoluzione e la crescita del protagonista dalla nascita fino alla maturità.

Il protagonista, Philip Pirrip, detto “Pip”, cercherà per tutta la vita di diventare un gentiluomo. Se ci riuscirà o meno non te lo sveliamo: ti lasciamo alla lettura del romanzo per sapere come andrà a finire.

Orgoglio e pregiudizio – Jane Austen

Tra i classici da leggere assolutamente, Orgoglio e pregiudizio si è meritato una posizione di tutto rispetto. Pubblicato nel 1813, il romanzo racconta le vicende della famiglia Bennet, composta da padre, madre e cinque figlie.

La signora Bennet è una donna frivola, con il solo obiettivo di procurare alle proprie figlie un matrimonio di favore. Il signor Bennet, al contrario, è un uomo concreto e con la testa sulle spalle, che nutre un affetto particolare per Elisabeth, una delle figlie più grandi.

La storia entra nel vivo quando Elisabeth conosce l’affascinante signor Darcy, molto ricco ma, all’apparenza, orgoglioso e altero. Le vicende di tutti i membri della famiglia Bennet si intrecciano inesorabilmente e, dopo momenti di sconforto, il lieto fine è assicurato.

Il conte di Montecristo – Alexandre Dumas

Il conte di Montecristo è uno dei romanzi più celebri di Alexandre Dumas. Ambientato tra Italia, Francia e isole del Mediterraneo, il libro ha un filo conduttore che passa per grandi temi come la giustizia, la vendetta e la misericordia.

Protagonista del romanzo è Edmond Dantès, giovane marinao che viene arrestato ingiustamente. Dopo 14 anni di prigionia, Edmond riesce a fuggire dalla fortezza in cui è rinchiuso e inizia a mettere in atto la sua vendetta.

Un classico da leggere tutto d’un fiato.

Il rosso e il nero – Stendhal

Il rosso e il nero, pubblicato nel 1830, è il secondo romanzo di Stendhal. Si tratta di un romanzo realistico, la cui trama viene ripresa da un fatto di cronaca realmente accaduto.

A fare da cornice alle vicende narrate la Francia post rivoluzione del 1830, le opposizioni tra Parigi e provincia, la lotta fra borghesia e nobiltà e fra gesuiti e giansenisti.

La profonda analisi che Stendhal fa dei suoi personaggi fa sì che il romanzo si configuri come parte del filone “psicologico”.

Cent’anni di solitudine – Gabriel Garcia Marquez

Emblema del realismo magico, Cent’anni di solitudine è uno dei classici da leggere assolutamente per apprezzare la letteratura del Novecento in tutte le sue sfaccettature.

Scritto dal premio Nobel Gabriel Garcia Marquez nel 1967, il libro racconta le vicende di sette generazioni della famiglia Buendia, il cui capostipite Jose Arcadio fonda la città di Macondo.

Le storie dei personaggi si intrecciano in una trama liquida, dove la fantasia fiabesca e il surreale si mescolano a storie realmente accadute.

Tra i temi conduttori del romanzo, la solitudine, la contrapposizione tra realtà e finzione e i continui rimandi ad alchimia ed esoterismo.

Bonus: 5 raccolte di poesie da leggere assolutamente

Se, oltre alla letteratura, sei un appassionato di poesia, ti consigliamo anche cinque bellissime raccolte di versi da leggere assolutamente.

Vediamole subito:

  • Le poesie per giovani innamorati di Alda Merini: l’essenza dell’amore e dei sentimenti in una grande raccolta di versi;
  • Poesie d’amore e disamore di Catullo: alla base del discorso amoroso, Catullo analizza il tema da una prospettiva davvero particolare;
  • Ossi di seppia di Eugenio Montale: l’ermetismo e il senso della vita sono i due fili conduttori di questa raccolta, che si propone di indagare l’essenza dell’uomo in molteplici forme;
  • I fiori del male di Charles Baudelaire: una raccolta di liriche scritte dal “poeta maledetto” per eccellenza, legate a temi metafisici, esotici e teologici;
  • Alcyone di Gabriele d’Annunzio: una raccolta di 88 poesie che affrontano diverse tematiche, dal panismo all’amore per la Patria, passando per il sogno e la memoria.

Hai trovato i classici da leggere assolutamente adatti a te?

Siamo certi che, con i nostri consigli, riuscirai a trovare i libri da leggere questa estate più adatti a te.

Se non sai dove trovare questi libri, dai un’occhiata ai cataloghi del sistema bibliotecario di Grosseto.

Informativa ai sensi dell'art. 13 del Decreto Legislativo n. 196/2003

"Codice in materia di protezione dei dati personali" 

Tenuto conto dell'obbligo di informativa nei confronti degli interessati in relazione al trattamento dei dati personali degli studenti, l'Unicusano Università  Telematica Roma, con sede in Roma, in Via Don Carlo Gnocchi 3, in qualità  di titolare del trattamento dei dati Le fornisce le seguenti informazioni:

  1. I dati personali (nome, cognome, indirizzo email, numero di telefono), raccolti attraverso la compilazione del form o al momento dell'immatricolazione, i dati connessi alla carriera universitaria e comunque prodotti dall'Università Telematica nell'ambito dello svolgimento delle sue funzioni istituzionali, saranno raccolti e trattati, nel rispetto delle norme di legge, di regolamento e di principi di correttezza e tutela della Sua riservatezza, per finalità connesse allo svolgimento delle attività istituzionali dell'Università , in particolare per tutti gli adempimenti connessi alla piena attuazione del rapporto didattico ed amministrativo con l'Università ;
  2. Il trattamento sarà  effettuato anche con l'ausilio di mezzi elettronici o comunque automatizzati e può consistere in qualunque operazione o complesso di operazioni tra quelle indicate all'art. 1, comma 2, lettera b) della legge (per trattamento si intende "qualunque operazione o complesso di operazioni svolte con o senza l'ausilio di mezzi elettronici, o comunque automatizzati, concernenti la raccolta, la registrazione, l'organizzazione, la conservazione, l'elaborazione, la modificazione, la selezione, l'estrazione, il raffronto, l'utilizzo, l'interconnessione, il blocco, la comunicazione, la diffusione, la cancellazione e la distribuzione dei dati");
  3. I dati personali saranno inoltre comunicati e diffusi dall'Università  attraverso i propri uffici - sia durante la carriera universitaria dell'interessato che dopo la laurea - a soggetti, enti ed associazioni esterni, per iniziative di orientamento lavoro (stage) e per attività  di formazione post-laurea;
  4. I dati personali potranno essere comunicati ad altri soggetti pubblici quando la comunicazione risulti comunque necessaria per lo svolgimento delle funzioni istituzionali dell'Università  richieste dall'interessato, quali, ad esempio, organi pubblici preposti alla gestione di contributi per ricerca e borse di studio;
  5. Informazioni relative ai laureati, ovvero nominativo, data di nascita, indirizzo, numero di telefono, titolo della tesi e voto di laurea, saranno immesse sulla rete per consentire la diffusione dei dati nell'ambito di iniziative di orientamento di lavoro e attività  di formazione post-laurea.
  6. Per disattivare le future comunicazioni dirette con UNICUSANO o richiedere la cancellazione dei dati personali raccolti può rivolgersi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma o inviare una mail con la richiesta di cancellazione all'indirizzo informazioni@unicusano.it. Nei confronti dell'UNICUSANO Università Telematica Roma, Lei potrà  esercitare i diritti previsti dall' art. 7 del Decreto Legislativo n.196/2003, rivolgendosi al responsabile del trattamento dei dati personali presso UNICUSANO, via Don Carlo Gnocchi 3, 00166 Roma.