informazioni@unicusano.it

800 98 73 73

Quali sono i benefici dell’essere mattinieri? Ecco perché svegliarsi presto rende produttivi

Commenti disabilitati su Quali sono i benefici dell’essere mattinieri? Ecco perché svegliarsi presto rende produttivi Studiare a Grosseto

Essere mattinieri, per molti, è davvero un’impresa: chi ha voglia di alzarsi presto la mattina quando ha la possibilità di rimanere sotto le coperte ancora un po’? Questo vale anche per gli studenti, che spesso devono alzarsi presto per iniziare a studiare o seguire le lezioni.

Eppure, essere mattinieri conviene: tanti infatti sono i benefici dichiarati dalle persone che si svegliano presto.

Le persone naturalmente mattiniere sono però anche aiutate da una componente genetica. Sono infatti portate a svegliarsi presto, anche se magari vanno a letto più tardi. Hanno una sorta di orologio biologico che a tot ora, le rende già attive. Tutti ne abbiamo uno, e ognuno di noi ha bisogno di tempi di sonno diversi.

Tuttavia, ti assicuriamo che è possibile cambiare le proprie abitudini e abituare il nostro organismo a nuovi orari. Con un po’ di cambiamento, buona volontà e pazienza, potrai finalmente svegliarti presto e avere un sacco di benefici.

Ma quali sono questi benefici e perché svegliarti presto può aumentare la tua produttività? Vediamo insieme tutto quello che devi sapere su questo argomento.

I vantaggi di svegliarsi presto la mattina

Vorresti svegliarti presto anche tu? Se la risposta è sì, allora questa guida è giusta per te. In molti parlano dei benefici dello svegliarsi presto la mattina: si tratta, infatti, di buona abitudine molto comune anche in persone di grande successo, dagli sportivi agli imprenditori.

Se ti sembra un’impresa impossibile, continua nella letyura: ti spiegheremo anche alcuni trucchetti per riuscire in questa missione.

Aumenta la produttività

Questa cosa l’avrai sentita dire spesso, di sicuro. E in effetti, è proprio vero: chi si sveglia presto la mattina, tende ad essere di conseguenza molto più produttivo.

Per produttività, si intende fare molte più cose e fatte bene. Raramente, chi sta sveglio la notte, riesce a fare tanto e in modo efficiente. Questo perché di sera abbiamo tutta la stanchezza della giornata e tendiamo a distrarci molto più facilmente. Svegliarsi presto aiuta a gestire efficacemente il tempo, aumentare la propria produttività e scandire meglio gli impegni.

Il cervello è più reattivo

Uno studio britannico ha eseguito studi e test su un campione di persone nottambule e mattiniere. Le persone nottambule sono quelle che preferiscono andare a letto tardi e svegliarsi verso metà mattina, se non anche dopo.

Secondo i test, il cervello delle persone mattiniere è più reattivo e proattivo. Insomma, in definitiva, le sue funzioni sono molto più amplificate e veloci. Ecco perché l’idea di alzarti presto può esserti utile nello studio, ma anche nel lavoro.

Essere mattinieri dà l’impressione di avere giornate più lunghe

Paradossalmente, anche se magari vai a letto prima e ti svegli presto (dunque, effettivamente le ore nella tua giornata sono sempre le stesse), ti potrà sembrare che le tue giornate durino di più.

Questo perché la sera si tende a fare molto meno, perché la consideriamo un momento in cui ci si rilassa, mentre la mattina cerchiamo di essere più produttivi. Se ti svegli presto, l’orizzonte che avrai davanti ti sembrerà più lungo e avrai la sensazione di avere molto più tempo a disposizione.

Le persone mattiniere leggono di più

In genere, sembrerebbe che le persone che si svegliano presto abbiano una maggior propensione a leggere al mattino o alla sera, prima di addormentarsi.

Leggere prima di dormire concilia molto il sonno, questo perché non sovrastimoliamo il cervello (cosa che invece accade quando stiamo davanti a schermi). Sappiamo perfettamente che la lettura è il miglior cibo per la mente: acquisire questa abitudine può aiutarti a fare la differenza nello studio. Se ti sembra difficile, prova a fare una lista di libri che vorresti leggere e darti degli obiettivi di lettura: la lista può includere anche semplicemente 12 libri, uno al mese. Se ci pensi, leggere un libro al mese può essere abbastanza semplice: considerando una lunghezza media di 300 pagine, ti basterebbe leggerne 10 al giorno per terminarlo nei tempi stabiliti.

Miglioramento dell’umore

In genere, chi si sveglia presto dichiara di sentirsi più appagato, più stabile a livello dell’umore.

Questo sembra sia dovuto al fatto che riesce a trovare maggior tempo per sé, riuscendo a organizzare meglio i tempi e a produrre di più. Queste cose innalzano notevolmente l’autostima, portando la persona a sentirsi più felice con se stessa.

Pochi passi per diventare persone mattiniere

Ora che sai quali benefici puoi trarre dall’essere mattinieri, non resta che scoprire quali sono i trucchi per prendere questa sana abitudine:

  1. Andare a dormire prima: è abbastanza scontato, le persone che si svegliano presto, come abbiamo detto, vanno a letto prima. A volte rimaniamo incollati alla tv o al cellulare, senza essere realmente concentrati, ma solo facendo scorrere il tempo. Evita questa abitudine sbagliata e preferisci piuttosto un’oretta di sonno in più. In ogni caso, andare a dormire prima è una cosa che puoi fare procedendo per gradi, così come per svegliarti prima;
  2. Leggi prima di addormentarti: esatto, lascia stare gli schermi. Uno studio ha riscontrato che assorbire luci blu (quelle emesse tipicamente dagli schermi di tv, cellulari, tablet e quant’altro) prima di andare a dormire, non ci permette un sonno tranquillo. In più, il nostro cervello viene sovrastimolato. Perciò opta per un libro, poiché concilia il sonno più facilmente;
  3. Fissa degli orari e mantienili: il corpo per abituarsi deve avere delle routine precise. Addormentarsi e/o svegliarsi a orari sempre diversi non permetterà all’organismo di farci l’abitudine e finirai per sentire maggiormente la stanchezza e il malumore. Perciò sii costante;
  4. Trova la tua motivazione: ogni cosa, se fatta perché spinti da una forte motivazione, ci permette di essere costanti e di farla con piacere ed entusiasmo. Chiediti cosa ti spinge a volerti alzare presto e ricordatelo ogni volta che ti svegli;
  5. Non ti scoraggiare: non è detto che fin da subito riuscirai a svegliarti presto e sentirne tutti i benefici. Datti tempo, permetti al tuo corpo di abituarsi ai nuovi ritmi. In media possono volerci anche più di 30 giorni per “fissare” un’abitudine: per questo dovresti insistere, anche se ti sembra di non riuscire subito. Con il tempo sarà sempre più semplice e ti sembrerà più naturale.

Ecco tutti i benefici dello svegliarsi meglio la mattina: non ti resta che sperimentare e goderti tutti i vantaggi di questa nuova abitudine.

Informativa ai dell’art. 13 del Regolamento (UE) n. 679/2016 c.d. GDPR

Vi informiamo, ai sensi dell’art.13 del Regolamento UE 2016/679 (c.d. Regolamento Generale per la protezione dei dati personali – c.d. GDPR) e del decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”, che i Vostri dati personali raccolti presso di noi, ovvero altrimenti da noi acquisiti, anche in futuro, saranno oggetto di trattamento da parte nostra in qualità di “Titolare”, anche con l’ausilio di mezzi elettronici e/o automatizzati e sempre nel pieno rispetto della normativa applicabile, per le seguenti finalità del trattamento: attività istituzionali dell'Università, la stessa potrà raccogliere i suoi dati personali, inseriti durante la compilazione dei Form predisposti online e cartacei, potrà pertanto successivamente trattare i suoi dati ai fini dell’instaurazione del rapporto di iscrizione ai corsi di laurea e post laurea, compresa l’attività di orientamento degli studenti per la scelta del percorso universitario; attività di informative promozionali telematiche dei corsi universitari e post-universitari, corsi di specializzazione e simili; attività contabili e amministrative relative alla corretta tenuta delle registrazioni obbligatorie per legge, ovvero all’adempimento di disposizioni delle Autorità pubbliche e degli organismi di vigilanza preposti agli accertamenti. Il Titolare del trattamento e il Responsabile della protezione dei dati personali Titolare del trattamento dei Vostri dati è l’Università Niccolò Cusano – Telematica Roma, con sede in Roma, Via Don Carlo Gnocchi, 3, con Email: privacy@unicusano.it; tramite il https://www.unicusano.it/ è conoscibile l’elenco completo ed aggiornato dei responsabili del trattamento o destinatari. Si informa a tal riguardo che la nostra Università ha provveduto a nominare il proprio Responsabile della protezione dei dati personali (c.d. RPD) l’avvocato Daniela Sasanelli ad ulteriore garanzia dei diritti dell’interessato e come unico punto di contatto con l’Autorità di Controllo, il nostro RPD potrà essere contattato alla seguente email: privacy@unicusano.it Per lo svolgimento di parte delle nostre attività ci rivolgiamo anche a soggetti terzi per l’effettuazione di elaborazioni di dati necessarie per l’esecuzione di particolari compiti e di contratti. I Vostri dati personali potranno, pertanto, essere da noi comunicati a destinatari esterni alla nostra struttura, fermo restando che nessuna diffusione è prevista di tali dati personali a soggetti indeterminati. Tali soggetti verranno nominati responsabile del trattamento. Conferimento dei dati personali e periodo di conservazione degli stessi Il conferimento da parte Vostra dei dati personali, fatta eccezione per quelli previsti da specifiche norme di legge o regolamento, rimane facoltativo. Tuttavia, tali dati personali essendo necessari, oltre che per finalità di legge e/o regolamento, per instaurare il rapporto di iscrizione ai corsi di studio laurea, post laurea e perfezionamento e/o inerente le attività da noi gestite e/o per l’instaurazione del rapporto previdenziale, contrattuale o assicurativo; al fine di dare esecuzione alle relative obbligazioni, il rifiuto di fornirli alla nostra Università potrebbe determinare l’impossibilità di instaurare o dare esecuzione al suddetto rapporto. I vostri dati possono essere conservati oltre il periodo strettamente indispensabile previsto dagli obblighi di legge e comunque al solo fine di fornire ulteriori garanzie a nostri studenti. Diritti dell’interessato, limitazione del trattamento, diritto alla portabilità e diritto di proporre azione innanzi al Garante privacy (c. d reclamo previsto dal regolamento europeo 2016/679/UE) Ai sensi del regolamento europeo sopra citato, Voi avete diritto di essere informati sul nome, la denominazione o la ragione sociale ed il domicilio, la residenza o la sede del titolare e del responsabile del trattamento, e circa le finalità e le modalità dello stesso, nonché di ottenere senza ritardo, a cura del titolare: a) la conferma dell’esistenza o meno di dati personali che Vi riguardano, anche se non ancora registrati, e la comunicazione in forma intelligibile dei medesimi dati e della loro origine, nonché della logica e delle finalità su cui si basa il trattamento: detta richiesta può essere rinnovata, salva l’esigenza per giustificati motivi; b) la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati eventualmente trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati; c) l’aggiornamento, la rettificazione, ovvero, qualora Vi abbiate interesse, l’integrazione dei dati; d) l’attestazione che le operazioni di cui ai punti b) e c) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si riveli impossibile o comporti un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato. Oltre ai diritti sopra elencati in qualità di interessati, nei limiti di quanto previsto dal nuovo regolamento europeo, potrete esercitare i diritti di limitazione del trattamento, di opposizione allo stesso ed il diritto alla portabilità esclusivamente per i dati personali da Voi forniti al titolare secondo l’art. 20 del regolamento citato. La informiamo inoltre che il base al Codice della Privacy e al nuovo regolamento europeo potrete proporre azioni a tutela dei Vostri diritti innanzi al Garante per la protezione dei dati personali, c.d. reclamo previsto dal all’art. 77 del predetto regolamento. Si informa infine che nei limiti nei quali sarà ritenuto applicabile al trattamento dei dati che Vi riguardano potrete esercitare un diritto di revoca del consenso al trattamento dei dati comunicando tale revoca al titolare del trattamento.

I dati personali da Lei inseriti saranno comunicati dall'Università ai propri uffici per iniziative formative mediante l'invio di informative promozionali